IL BAR DELLE GRANDI SPERANZE J.R. Moehringer

A seguito del film “Tender Bar” ho letto “Il bar delle grandi speranze”, da cui è tratto. L’avevo amato anni fa, riletto con altrettanto piacere in questi tempi e ricominciato dall’inizio appena finita la seconda lettura. Mi sono dunque accomodata nel prologo, che avevo letto velocemente la prima e la seconda volta. Non è scontatoContinua a leggere “IL BAR DELLE GRANDI SPERANZE J.R. Moehringer”

BUNKER DIARY, Kevin Brooks, covid Bergamo

Il 29 febbraio 2020, quando a Bergamo eravamo già in quarantena ma ancora non avevamo capito cosa sarebbe accaduto nel giro di dieci giorni, avevo ancora lo spirito per ragionare sugli avvenimenti. Scrissi questo, ispirata dal Bunker diary di Kevin Brooks per dare un senso e una narrazione a quel che sentivo accadere dentro eContinua a leggere “BUNKER DIARY, Kevin Brooks, covid Bergamo”

The Stone, Guido Sgardoli

Ho smesso di leggere thriller 30 anni fa, dopo una serie di Stephen King di cui l’ultimo, IT, m’ha terrorizzato l’esistenza. Dunque di leggere “The Stone” non avevo minima intenzione. Però l’ho portato a casa proponendolo a figlio, decantandogli la bravura di Guido Sgardoli, tantoché lui se l’è divorato ed è arrivato a dirmi, “Mamma,Continua a leggere “The Stone, Guido Sgardoli”

L’estate dell’incanto, Francesco Carofiglio

Così ho cominciato a leggere “L’estate dell’incanto”, ad alta voce. Ad assaporarla, cercare sintonia, ritmo. Sebbene la lettura ad alta voce richieda più attenzione e lentezza, tornata a casa ho ricominciato a leggere da capo, sempre a voce alta, rallentando ulteriormente, tornando continuamente indietro, appoggiando la voce alle parole, lasciando spazio ai silenzi, ascoltando quelContinua a leggere “L’estate dell’incanto, Francesco Carofiglio”

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito