Addio Fantasmi, Nadia Terranova

Lettura come rubinetto che perde, goccia a goccia, dall’inizio alla fine del romanzo. Ritmo lento, costante, umido, che ti entra nelle ossa, chiede di accompagnarlo. E risuona, come gocce d’acqua nel cavo di una grotta scandiscono il tempo del cadere: continuo, inesorabile, eterno. Un dolore custodito, raggelato. Mantenuto vivo nel ricordo e nella ripetizione diContinua a leggere “Addio Fantasmi, Nadia Terranova”

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito