La Più Grande, Davide Morosinotto

“ … l’inizio è la fine e la fine è il suo inizio… “ Come nell’ Ouroboros della Storia Infinita. Scrivo dalla locanda. Guardo il mare, il lenzuolo di cielo teso, la lingua di terra e le dita di vento alzate in burrasca. Non saprei in alcun modo ricondurre in piccolo, questa distesa, immensità diContinua a leggere “La Più Grande, Davide Morosinotto”

IO VENGO DA corale di voci straniere, Daniele Aristarco

Da dove si venga e dove si vada, in questi tempi, si fatica a capire. Io fatico, mi sento persa, nel deserto, ferma. Pietre sassi sterpaglie, un panorama non facile. Per questo motivo mi chiedo da settimane se i racconti di Daniele Aristarco, scritti un paio d’anni fa per farci conoscere le voci di chiContinua a leggere “IO VENGO DA corale di voci straniere, Daniele Aristarco”

Cosario dell’intercultura, il potere relazionale delle cose

Ho girato intorno a questa restituzione per tre giorni, chiedendomi se fermarmi o meno. Non che non ci sia nulla da dire, ma si può e si deve ogni volta dire qualcosa? COSA è la scelta tra il fermarsi e raccontare, restituire, allargare in cerchi concentrici, o andare oltre, staccare, dimenticare, seguire il tic tacContinua a leggere “Cosario dell’intercultura, il potere relazionale delle cose”

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito