MYRA SA TUTTO, Luigi Ballerini

Myra mi ha svegliato. La stessa cosa poteva farla una sberla, una scossa, un tuono all’alba. Ha spostato i pesi, il mondo si è inclinato e ho percepito la possibilità di scivolare, giù giù giù. Ho visto Bradbury e Orwel là in fondo che occhieggiavano, giusto capire: – Com’è che è andata a finire staContinua a leggere “MYRA SA TUTTO, Luigi Ballerini”

Cecità, Josè Saramago

Vuoi non farlo un giro in “Cecità”, il racconto distopico del mondo sotto scacco per una epidemia? Credo un racconto sia tessuto da tanti aspetti, – scrittore libro editore lettore momento storico – come trama e ordito, fili contrastanti o infilati per traverso, che si uniscono in una narrazione unica, ogni volta diversa. Non possoContinua a leggere “Cecità, Josè Saramago”

La strada, Cormac Mc Carthy

Oltre la maestria c’è Cormac McCarthy Scrive come fosse Dio,in un tempo indistinto tra la fine e l’inizio dei mondi.Dio nell’abbacinante scrittura, Dio nell’impassibilità del raccontare il male del mondo.Solo uno sguardo neutro può essere così impietosamente pietoso. McCarthy rende testimonianza di un tempo qualunque, sospeso in una miriade di tempi qualunque: uno dei milleContinua a leggere “La strada, Cormac Mc Carthy”

L’Uomo Livella dal vivo, cantastorie e musicanti

Paolo Dal Canto Autore, Stefano Taglietti Musicista L’uomo Livella non finisce di stupire. Se seguirlo lungo i racconti nel libro è roba da cartavetrarsi anima e gomiti, seguirlo nella presentazione dal vivo è altrettanta folle esperienza, opposta e simmetrica, godibile come un piatto servito profumato e fumante al ristorante. Non ho avuto il coraggio diContinua a leggere “L’Uomo Livella dal vivo, cantastorie e musicanti”

L’UOMO LIVELLA e altri racconti, Paolo Dal Canto

In genere un libro che ti prende ti dispiace finirlo, vero? Questo m’ha preso e, miseria d’una miseria, non vedo l’ora che mi lasci! Mi manca ancora un racconto, mi aggiro lì dentro strisciando tra una pagina e l’altra, nascondendomi, guardandomi alle spalle. In una storia entri e c’è vetro per terra, sei a piediContinua a leggere “L’UOMO LIVELLA e altri racconti, Paolo Dal Canto”

Fahrenheit 451, Ray Bradbury

Ho letto libri straordinari ultimamente, bellissimi, preziosi, altissimi e profondi. Non ne ho scritto perché non ho energie. Scrivere è avere forza di creare come sento. Una vertigine, un incanto. Disciplina e fatica. Dunque, “American Gods” di Neil Gaiman, perdoname, i tuoi abissi, le tue altezze e il viaggio straordinario tra i mondi e ilContinua a leggere “Fahrenheit 451, Ray Bradbury”