Il mondo fino a 7, Holly Goldberg Sloan

“Il mondo fino a 7” è un libro che passa di mano in mano, di bocca in bocca. Non puoi fare a meno di consigliarne la lettura dopo averlo finito, ma anche prima. Son giorni che ne parlo in ogni dove ma non ne avevo scritto nulla, mi sentivo stanca per trovare le parole giuste, e non posso scrivere niente che sia meno che stupendo per questo libro. Ma oggi ho rinunciato a non scriverne perché non mi si leva dalla mente. Al bar della spiaggia, su carta del formaggio e rigorosamente a mano, ne ho scritto la presentazione: non stupenda ma arresa. Augh!

Leggendo questa storia mi pareva d’essere all’interno di una scenografia giapponese, con pareti scorrevoli che delicate si aprivano e chiudevano su mondi sempre diversi, in perfetto e strambo equilibrio. Mondi apparentemente separati, ma uniti in una rete più grande, che dà struttura e contenimento a tutte le storie in essa custodite. Loro non lo sanno, di far parte di un tutto, ma lei, la rete, sì. Dove loro si sentono frantumati, lei è unione di frammenti.

Ogni parete aprendosi diventava porta, ogni porta persona, ogni persona micromondo sconnesso a modo proprio, in cerca di ancoraggio, connessione. Tutte le pareti mi apparivano bianche, luminose da entrambi i lati.

E’ bellissimo vedere in questo libro una regia universale che mette insieme tutti i pezzi, ancorandoli uno all’altro. Pezzi di vite e persone improbabili, tagliate a mano non a laser, vive, – chi più chi meno – e in qualche modo adattabili dall’interno, modificabili nei contorni: quando un’emozione provoca empatia si apre, da entrambe le parti, un incastro. Magicamente.

Due braccia aperte accolgono un cuore spezzato. Quel cuore immensamente spezzato viene abbracciato su tutti i lati da tante persone.

In questa storia c’è dolcezza struggente di cura e compassione, attenzione per l’altro; fa nascere germogli dalle pagine stesse, escono in verticale per andare verso la luce, in discesa per allungare radici fino alla terra e oltre. Si sentono stormire foglie, di piante ancora in divenire.

I personaggi son tutti meravigliosi, raccontati da una penna deliziosa che scava carezzando, spostando foglie, terriccio, sassi limacciosi. Sotto, sempre, qualcosa zampilla, o riluce, germoglia, canta. Accoglie, custodisce, promette. Fa germogliare.

PH della perfezione.

Si aprono squarci dall’interno degli esseri qui dipinti, perfettamente delineati: reggono, ben distesi alla luce, che è luce di cuore e di sole, non di sala operatoria. Incisioni delicate di penna che carezzevole apre, distanziando i lembi. Non bisturi che apre ferite.

Ho pianto più volte in alcune parti, lette e rilette sempre piangendo. Non per ciò che vi è scritto, ma per la bellezza di come è scritto.

Bellissima questa danza di anime che brancolando nel buio e cozzando una sull’altra si trovano e collegano. Barcollano ma non mollano. Quasi un canto di ubriachi, nudi, disperati, proiettati nell’immensità che stupisce, deflagra, scoperchia. Una brezza. Uno stato di ebrezza.

Un ritmo preciso, quello del “qui e ora”, momento per momento.

TUTTO E’ TEMPORANEO

E il lasciarsi andare, istintivamente, alla logica dello stormo: insieme si viaggia e si arriva a meta, si appartiene a un senso più grande che dà forza, protezione, direzione.

Bellissimi, bellissimi personaggi. Tutti. Anche i sassi son bellissimi qui dentro.

Figuriamoci le piante, le ghiande, i colibrì.

*

– parete scorre –

LUCE

*

“Il mondo fino a 7”, Holly Goldberg Sloan, Mondadori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: